É tutto pronto per l’avvio dell’Euro Volley 2019, ossia per il Campionato europeo maschile di pallavolo che si svolgerà dal 13 al 29 Settembre 2019.

Siti di betting sportivo, di scommesse e di giochi d’azzardo si stanno già scatendando in pronostici e quote sulle diverse partite in programma. Tra le squadre favorite vi sono quelle di Spagna, Germania, Belgio e Austria nonché, ovviamente, le altre Nazionali Ospitanti. Molto alte sono le aspettative anche per le performance del team italiano che da sempre ha abituato i tifosi azzurri a grandi successi e che, si spera, sarà protagonista anche dell’imminente Campionato.

L’aspetto interessante è che, per la prima volta, l’Euro Volley 2019 verrà organizzato in quattro paesi diversi, adottando una formula itinerante sperimentata già in altre discipline sportive, con l’obiettivo di avvicinare quanti più spettatori e tifosi possibile. La pallavolo, infatti, è considerata ancora uno sport di nicchia e gode di una popolarità mediatica e pubblicitaria minore rispetto ad altri più popolari e più pagati come il calcio, il tennis, la Moto GP e la F1. L’organizzazione in più Nazioni mira proprio ad attrarre e a conquistare un pubblico più vasto ed eterogeneo.

La nuova formula itinerante del Campionato

L’edizione del 2019 del Campionato di Pallavolo maschile verrà organizzata in quattro Stati diversi: Francia, Belgio, Paesi Bassi e Slovenia e toccherà numerose città.

In particolare, il campionato farà tappa a Parigi, Nantes e Montpellier in terra francese, a Rotterdam, Apeldoorn e Amsterdam nei Paesi Bassi, a Lubiana in Slovenia e a Bruxelles e ad Anversa in Belgio.

Tra gli impianti che ospiteranno le partite del campionato, merita una menzione speciale lo stadio Sportpaleis di Anversa che offre una capienza di 23.359 spettatori. Segue l’impianto sportivo AccorHotels Arena di Parigi con 20.300 spettatori ed il Palais 12 di Bruxelles con circa 15.000 spettatori.

Il meccanismo dei gironi all’italiana

Lo scorso 16 gennaio 2019 si è svolto a Bruxelles il sorteggio dei gironi. Ne sono stati sorteggiati 4, ossia il Gruppo A composto da: Bulgaria, Francia, Grecia, Italia, Portogallo e Romania. Il Gruppo B: Austria, Belgio, Germania, Serbia, Slovacchia e Spagna. Il Gruppo C composto da: Bielorussia, Finlandia, Russia, Macedonia del Nord, Slovenia e Turchia. Infine il Gruppo D formato da: Estonia, Montenegro, Paesi Bassi, Polonia, Reb. Ceca, Ucraina. L’Italia esordirà il 13 Settembre contro la Grecia al Park&Suites Arena di Montpellier.

Gianlorenzo Blengini, CT della Nazionale azzurra, ha dichiarato che il Girone in cui è stata sorteggiata l’Italia è il più difficile poiché presenta squadre estremamente tecniche e con un eccellente livello di preparazione atletica. Conterà molto, a detta dell’allenatore Italiano, la condizione sia fisica che psicologica con cui la squadra affronterà il torneo.

Le fasi di qualificazione

L’accesso alle fasi finali dell’Euro Volley verrà conquistata dai diversi Stati Europei tramite una prima fase di qualificazione disputata con gironi all’italiana da cui verranno selezionate solo le prime quattro classificate di ogni girone, per un totale di 16 squadre. Successivamente, i team si affronteranno in un torneo strutturato in ottavi e quarti di finale, semifinale e finale. Nella classifica finale verranno presi in considerazione diversi aspetti come: il numero delle partite vinte da ciascuna squadra nei diversi gironi, i punti complessivi, il rapporto tra set vinti/persi, il rapporto tra punti segnati/punti subiti e il risultato degli scontri diretti.